Federico Di Francesco: "Papà ha dimostrato di essere in grado di fare certe imprese. Col Liverpool non parte battuto"

30.04.2018 09:27 di Luca d'Alessandro Twitter:    vedi letture
Federico Di Francesco: "Papà ha dimostrato di essere in grado di fare certe imprese. Col Liverpool non parte battuto"
Vocegiallorossa.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Questo uno stralcio dell'intervista di Federico Di Francesco, attaccante del Bologna e figlio dell'allenatore della Roma, a Il Messaggero, in ottica Champions League:

Ce la farà la Roma?
«Non lo so, è difficile. Ma io lo spero tanto. Ha dimostrato di essere in grado di fare certe imprese. Conoscendo papà, non parte certo battuto. Ci proverà, sicuro»

Certo, aveva il papà calciatore, che ha giocato nella Roma.
«Ecco, Roma. Una città bellissima. Ero piccolo quando stavamo lì, ricordo Trigoria come un parco giochi. Mio papà mi ci portava quando doveva fare le terapie: l'anno dello scudetto s'era rotto il crociato. Saltavo la scuola e andavo lì, mattinate di gioia».

Eusebio oggi è un eroe a Roma.
«Ovvio, ha battuto il Barcellona. Impresa mica da ridere, se lo merita. Era felicissimo, ora gli tocca un'altra battaglia. Ma è pronto».

Ci crede quando Eusebio racconta di non aver dormito la notte per trovare una soluzione anti Barça? 
«Non faccio fatica. A Pasqua sono venuto a Roma per stare con i miei genitori. Gli dicevo, papà andiamo a fare un giro. Macché, doveva vedere i video per preparare la gara di andata. Nel suo lavoro è maniacale, ma fa bene, lo farà ancora».

Venire alla Roma?
«C'è papà, lui non vuole».

E ci crede?
«Sì, sarebbe dura. Staremmo in difficoltà. Per ora faccio il tifo per lui e per la Roma. Diciamo che mi piacerebbe essere allenato da un allenatore come lui, poi è mio padre e diventa complicato. Mai dire mai, però».