LA VOCE DELLA SERA: Luis Enrique: "Ora serve regolarità". Totti vince il premio "I piedi buoni del calcio". Torneo di Viareggio: 2-1 al Club Nacional, esordio di López

07.02.2012 20:45 di Simone Francioli   vedi letture
LA VOCE DELLA SERA: Luis Enrique: "Ora serve regolarità". Totti vince il premio "I piedi buoni del calcio". Torneo di Viareggio: 2-1 al Club Nacional, esordio di López
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

LUIS ENRIQUE – Il tecnico asturiano ha parlato in conferenza stampa dell’attuale momento della Roma, della sfida al Catania e di ciò che si aspetta dalle prossime partite: "Tra le grandi? Oggi no. Per essere grande abbiamo bisogno di continuità e ora non l'abbiamo. Fino ad ora, nei 90', ho visto solo il MIlan superiore a noi ma nella regolarità siamo ancora lontani. Manca quasi tutto il girono di ritorno e sono fiducioso. faremo la nostra scelta per vincere la gara. Certamente, sarà una partita strana. Trenta minuti sono tanti se facciamo le cose per bene. Mi aspetto una gara all'attacco e più riusciremo a stare nella metà campo avversaria e meglio sarà. Sarà difficile, però. Rinnovo De Rossi? Me lo aspettavo, l'ho sempre detto, fin dal primo giorno. Appena arrivato ho visto la sua mentalità, il suo pensiero, è un calciatore di riferimento per noi, di livello altissimo, mi aspetto tantissimo. Ci sono giocatori che possono fare molto e lui è uno di questi”. QUI è disponibile l’intera conferenza.

CONVOCATI – Diramata in giornata la lista dei giocatori che viaggeranno alla volta della città siciliana. Out De Rossi, Totti (sostituiti nel primo match) e Kjær, vittima di un attacco influenzale. Presenti Piscitella e Viviani. Luis Enrique dovrebbe optare per la soluzione Rosi al posto di José Ángel e Simplício per De Rossi. In avanti, al posto del Capitano, pronto Bojan: lo spagnolo affiancherà Borini, con Lamela a fare da trequartista.

TOTTI – Il numero dieci della Roma ha ricevuto il premio promosso dalla Gazzetta dello Sport e dalla Lega Serie A: "I piedi buoni del calcio", riguardante i giocatori che nel corso dell'ultimo anno si sono particolarmente distinti utilizzando la loro popolarità per fini sociali. Il direttore generale Franco Baldini ha ritirato il premio a Milano, sede dell’evento. QUI è possibile visualizzare le foto.

KJAER – Il difensore ha rilasciato un’intervista all’emittente danese Tv2. Queste le parole sul suo momento e sulla partita di domani a Catania: “Pensavo di poter giocare con l'Inter, ma il nostro Mister fa ruotare tutti i difensori centrali, così succede che a volte gioco io con Juan o Heinze oppure loro due. In questo modo siamo tutti pronti e tutti vogliamo giocare, ma è l'allenatore che decide alla fine. Catania? E' frustrante per me non esserci e mi dispiace. Sono sicuro che possiamo vincere, perché siamo una squadra migliore di loro se giochiamo nella giusta maniera e non in una piscina di nuoto come l'ultima volta. Io ho preso l'influenza e lunedì sono dovuto tornare a casa, mi hanno detto che in un paio di giorni tutto dovrebbe passare”.

PRIMAVERA – Esordio con vittoria per l’undici guidato da Alberto De Rossi: 2-1 ai danni dei paraguaiani del Club Nacional. Le reti sono state firmate da Ciciretti, su rigore, e Leonardi, abile a sfruttare una mischia al terzo minuto di recupero della ripresa. Prima apparizione in giallorosso per Nicolás López, entrato al 66’ al posto di Frediani. Al termine della partita, l’uruguaiano ha così commentato il debutto: “Sono molto contento di aver esordito e contento per aver vinto. Come mi trovo a Roma? Molto bene”. A riguardo, questo il parere del tecnico De Rossi: “Esordio di López? Positivo, si è fatto trovare pronto come Ferrante, decisivo appena entrato. Meritava il gol anche Frediani. La Roma ha dominato la gara, poi chiaramente ci sono anche gli avversari. Abbiamo avuto molte occasioni poi abbiamo i nostri difetti. Soffriamo la fisicità degli attaccanti avversari, è già successo, e poi non sappiamo gestire il vantaggio. E' una squadra molto giovane, dovevamo cercare di gestire il risultato spostando il pallone sugli esterni”. Prossimo impegno giovedì, a La Spezia, contro i messicani del Santos Laguna.

CALCIOMERCATO – José Alberti, agente Fifa ed esperto di calcio sudamericano, si è così espresso sul futuro del centrocampista classe ’92 del River Plate Cirigliano: “Al 99% andrà alla Roma, perché c'è già l'accordo col River Plate. I migliori giocatori usciti dall'Argentina venivano dal River, e i rapporti tra le due società sono ottimi grazie all'affare Lamela. Ora i giallorossi possono prendere giovani dal grandissimo prospetto e rinnovare i contratti ai trentenni”.