Alisson: "Non li abbiamo mai fatti tirare. Ferreyra voleva scusarsi con il raccattapalle. Forse la gara più importante della mia carriera". VIDEO!

14.03.2018 09:11 di Danilo Magnani Twitter:   articolo letto 24286 volte
Alisson: "Non li abbiamo mai fatti tirare. Ferreyra voleva scusarsi con il raccattapalle. Forse la gara più importante della mia carriera". VIDEO!

Alisson a Roma TV

Oggi un po' di recupero per me. Abbiamo fatto un bel lavoro in campo, abbiamo dimostrato la nostra forza offensiva e difensiva. Non è facile giocare contro di loro, che hanno giocatori fortissimi, soprattutto i brasiliani. Partita perfetta senza mai farli tirare in porta. Per fare il salto di qualità dobbiamo fare 90' uguali, giocando. Sia marcando che con la palla al piede. Questa era la sfida di questa sera. Prepari la partita pensando anche all'avversario ma abbiamo fatto il nostro lavoro benissimo. Se la Roma di Champions avesse giocato così anche in campionato? I se nella vita ci sono. Non siamo riusciti a fare lo stesso in A, adesso però diamo continuità a questo. In campionato siamo tornati a fare quello che sappiamo fare, speriamo di continuare così. Concentrati solo nelle partite importanti? In 90' succedono tante cose. In questi frangenti si gioca sui dettagli, si vince anche perdendo la gara d'andata. Il gol in trasferta è stato utile, sapevamo che perdere 2-1 non era stato tanto male. Questa sera siamo stati perfetti. Noi abbiamo lavorato sempre ma quando non viene il risultato devi fare qualcosa di diverso. Il lavoro paga sempre. Ci siamo allenati seriamente. La vittoria con il Napoli ci ha dato fiducia, nel calcio è molto importante. Oggi siamo entrati per portare la qualificazione a casa. Tensione nel finale di gara? Noi siamo passionali, il calcio porta emozioni. Ho parlato con Ferreyra perché voleva chiedere scusa al raccattapalle, sa di aver sbagliato. Loro sono tristi per aver perso, fa parte del calcio. Dobbiamo avere la testa giusta, pensare a vincere le partite prima di tutto. Sorteggio? Non pensiamoci questa sera. Se il mister non ha risposto allora anche io non dico niente”.

Alisson in zona mista

“Molto felice per la qualificazione e per il lavoro di stasera. Abbiamo lavorato in settimana per questo. Atteggiamento incredibile, forse quella di stasera è stata la partita più importante della mia carriera fino a questo momento. Festeggiamo questa sera ma da domani si pensa subito alla prossima sfida. Campionato? Abbiamo perso terreno e qualche occasione ma c'è la lotta per la Champions. Dobbiamo pensare partita per partita e vediamo dove possiamo arrivare. Voci di mercato? Non ne voglio parlare perché adesso si gioca. Voglio pensare solo alle partite, con la voglia di vincere e portare la Roma sempre più in alto, dove merita di stare”.