Brevi calcio (e mercato)

18.06.2019 23:30 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Brevi calcio (e mercato)

Con l'arrivo dell'estate, inevitabilmente il calciomercato diventa argomento quotidiano, che accompagnerà tifosi, giocatori e società sino all'inizio dei campionati. 

Vocegiallorossa.it propone ai nostri lettori un appuntamento fisso con le principali notizie riguardanti le restanti 19 partecipanti alla Serie A oltre la Roma, non limitandosi alle consuete voci di mercato, ma aggiungendo anche curiosità e dichiarazioni dei protagonisti.

ATALANTA - Reca destinato ai saluti: lo cercano Parma, SPAL ed Hellas Verona. Loris Margotto, Responsabile del Progetto Scuole Calcio del club, è intervenuto per commentare l'Atalanta Junior Cup: "I bambini si sono divertiti, non ci sono stati infortuni, il tempo ci ha dato una mano. L'intento è anche quello di cercare di seminare un po' di cultura sportiva. Una delle cose che ci ha fatto più piacere è sentirci dire da un signore che quando c'è il torneo dell'Atalanta, tutto fila liscio. Noi vorremmo che filasse sempre liscio dappertutto. Queste sono le dimostrazioni che se sono gli adulti a prendere esempio dai bambini e non viceversa, funziona sempre tutto. Siamo contenti che tutto sia andato bene".

BOLOGNA - Le prime parole di Walter Sabatini nel giorno della sua presentazione ufficiale: "Ho trovato un'organizzazione importante e una grande partecipazione di tutti. C'è una banca dati eccezionali che io stesso faccio fatica a seguire: ogni giocatore che ho sottoposto a Bigon in tempi rapidi ha avuto un riscontro dettagliato. Vuol dire che si è lavorato molto duro in questi anni. Sono tranquillo e soddisfatto di quello che ho trovato".

BRESCIA - Cellino ha iscritto ufficialmente il club al campionato. Inoltre, si giocherà al Rigamonti già dalla prima giornata. A breve l'ufficialità di Joronen. Ufficiale la nomina di Cardinaletti quale nuovo dg.

CAGLIARI - La pista Rog è praticabile, mentre c'è attesa per Defrel. Si segue Pompetti, classe 2000 dell'Inter.

FIORENTINA - Alban Lafont, dopo l'eliminazione dal Mondiale Under 20 con la Francia, parla del suo futuro: "Se mi sono pentito di essere venuto a Firenze? Mai. La Fiorentina è un grande club, di altissimo livello. Abbiamo avuto un’annata difficile ma fino a dicembre abbiamo lottato per un posto in Europa. Il 16° posto non è il nostro valore, ne siamo tutti consapevoli. Faremo di tutto per riportare il club al suo vero livello. Se sarò il portiere viola l’anno prossimo? Sì. Non c'è alcun motivo per cui me ne debba andare”. Per Batistuta potrebbe profilarsi il ruolo di vice-presidente. Lo stesso Commisso blinda Chiesa: «Non lo vendo nemmeno per 100 milioni: non abbiamo bisogno di soldi. Mi hanno detto che nel suo contratto non ci sono clausole che lo liberino. Voglio tenere Federico a Firenze almeno un altro anno e quando dico “almeno” è perché vorrei tenerlo di più, ma vediamo». Giancarlo Antognoni saluta il Maestro Franco Zeffirelli: "Non potevo mancare perché il Maestro ha dato moltissimo per Firenze e per la Fiorentina, poi l'ho conosciuto personalmente... Ricordo una persona splendida che ha voluto bene a Firenze e alla Fiorentina: un grande artista riconosciuto dall'affetto di tanti oggi".

GENOA - Occhi puntati in casa Inter: piace il baby Rizzo. Intervista al portiere Ionut Radu: «Non avrei mai immaginato di “entrare” dopo quattro partite e farne 33. Il Genoa mi ha dato questa possibilità. Ho sempre sognato di giocare in Serie A. L'Inter? Io sto benissimo al Genoa. Penso che un altro anno in rossoblù mi faccia bene perché ho la possibilità di lavorare con un preparatore bravo come Alessio Scarpi che mi ha aiutato a crescere sotto tutti gli aspetti. L’Italia ha la scuola di portieri migliore al mondo».

HELLAS VERONA - Le ultime danno Sprocati come nome caldissimo per l'attacco scaligero.

INTER - Il 7 luglio la presentazione di Antonio Conte nella nuova sede. Si va verso la chiusura per Lazaro: dopo la prima offerta di 15 milioni di euro più 2 di bonus, la Beneamata rilancia con 17+2. L'investitura di Marco Tronchetti Provera sul nuovo tecnico dell'Inter: "Conte? Ha dimostrato alla Juventus, in Nazionale e al Chelsea di essere un grande allenatore, non deve provare nulla ma continuare a fare quello che sa fare bene e l’Inter tornerà grande. Ha quella grinta che può essere paragonata a Mourinho, è un uomo che lavora seriamente su tutto, dà una forte leadership".

JUVENTUS - Alternative di lusso qualora non si arrivasse a de Ligt: nel mirino Marquinhos e Koulibaly. Cabrini su Sarri: "Tutti si dimenticheranno del suo passato se porterà risultati. I tifosi inizieranno ad amarlo. Non mi stupisce questa scelta, hanno deciso di prendere una strada nuova. Solo i risultati lo giudicheranno, solo i trofei diranno la verità su di lui". Dalla Spagna sostengono che Rabiot sarà, dal 1° luglio, un nuovo giocatore bianconero. Il presidente dell'Empoli Fabrizio Corsi ha parlato di come CR7 potrebbe relazionarsi con lo stesso Sarri: "I grandi campioni sono tali non solo per fisico e tecnica ma perché hanno un coefficiente intellettivo superiore alla media. Sono convinto che CR7 capirà le capacità dell'allenatore".

LAZIO - Decisivo nel play-out contro il Venezia, Alessandro Micai della Salernitana piace in casa Lazio. Ecco le parole del suo agente Graziano Battistini: "La settimana prossima abbiamo un incontro per valutare ciò che è stato e ciò che sarà. Quella della Lazio è un’ipotesi così come ce ne sono tante altre. Ora è troppo presto per parlare e poter delineare con certezza il futuro di Micai. Ha dimostrato di essere un portiere pronto oltre che valido per la massima serie". Stefan Radu e la Lazio si diranno addio: non sarà convocato per il ritiro di Auronzo di Cadore. Possibile ritorno in Romania alla Dinamo Bucarest. Ufficiale il rinnovo di Peruzzi sino al 2022. Dalla Francia parlano di un interesse del Marsiglia per Durmisi.

LECCE - Per la mediana piace Acquah, appena retrocesso con l'Empoli e desideroso di tornare in Serie A. Nel reparto di centrocampo, però, si tratta anche Rohden. Il Besiktas chiede 7,5 milioni di euro per Yilmaz.

MILAN - Visite mediche effettuate per Rade Krunic, primo rinforzo del nuovo corso (ancora non ufficiale) di Giampaolo. Ariel Krasouski, agente di Diego Laxalt, sul futuro del suo assistito: "Diego vuole restare al Milan. Nell'anno passato è stato molto bene nel Milan e vuole restare per giocarsi le sue chances. Ora bisogna vedere quali siano le idee di Giampaolo e del club, ma se fosse per Diego lui vorrebbe restare in rossonero". Idea Mykolenko per il ruolo di terzino sinistro: garantisce Shevchenko.

NAPOLI - James Rodriguez, obiettivo di mercato dei partenopei, rinvia ogni decisione sul suo futuro dopo la Copa America: "Questa manifestazione è la priorità al momento". L'ex presidente Corrado Ferlaino punta il dito sulla scelta di Sarri di andare alla Juventus: "Diego non avrebbe mai fatto un torto del genere ai napoletani e neanche a sé stesso, essendo uno di noi. Tra Sarri e Maradona c’è una differenza abissale, già partendo dal fatto che Diego era unico, il numero uno, mentre Sarri è un uomo qualunque". Daniele Piraino, agente di Diawara, allontana il suo assistito dal Milan: "La vedo complicata, il Milan è in attesa delle decisioni sul Fair Play Finanziario".

PARMA - Il sogno per l'attacco è Mario Balotelli: previsto un incontro tra le parti. A tal proposito, parla l'ex tecnico Nevio Scala: "Io lo prenderei. Se lo gestissi io, il grande Mario sarebbe protagonista. Non lo dico per presunzione ma è un calciatore che va gestito in modo diverso dagli altri, con punte psicologiche differenti. È chiaro che poi va guardato negli occhi per capire se abbia davvero voglia e fame. Ha un carattere particolare però se trova un allenatore che gli dà fiducia e che instaura un rapporto di stima con lui, Mario potrà fare la differenza". Tre club di C sul giovane Mastaj.

SAMPDORIA - L'ex tecnico Marco Giampaolo elogia Fabio Quagliarella: "Con la Samp ha battuto diversi record e credo che non abbia mai saltato un allenamento nei miei anni doriani. Vincere la classifica dei cannonieri a 36 anni con la maglia della Samp è qualcosa di incredibile. Un vero sogno. Fabio quando tra qualche anno si volterà indietro scoprirà di aver realizzato qualcosa di straordinario". Il terzo portiere Tozzo nel mirino della Ternana.

SASSUOLO - Giuseppe Riso, agente di Stefano Sensi, è stato avvistato a Casa Milan: sempre più vicina la cessione del centrocampista.

SPAL - 5 milioni di euro: è questa la distanza tra domanda e offerta tra gli estensi e il Napoli per la cessione di Fares. Ufficiale il rinnovo di Floccari sino al 2020.

TORINO - Ecco quanto pubblicato sul sito ufficiale granata: 

Per onorare la memoria di Ernest Egri Erbstein, l’artefice assieme al Presidente Ferruccio Novo della costruzione del Grande Torino, il Bak Budapest ha organizzato nello scorso weekend un Torneo internazionale riservato a squadre dilettantistiche. Il Bak, conosciuto anche come Budapesti Atlétikai Klub, è stata la Società dove Egri Erbstein mosse i suoi primi passi da calciatore e a settant’anni dalla scomparsa del Grande Torino ha voluto ricordare con una grande manifestazione sportiva lo straordinario Direttore Tecnico del club granata. All’evento, svoltosi sabato e domenica a Budapest, hanno preso parte anche le figlie di Egri Erbstein, le signore Marta e Susanna. In rappresentanza del Torino FC il Direttore Generale, Antonio Comi, con la maglia personalizzata appositamente per l’occasione: il numero 12 per celebrare Egri Erbstein più 11 fuoriclasse, il Grande Torino. Ospiti del Presidente del Bak, Gabor Molnar, anche il nipote di Ernest Egri Erbstein, Stefano De Bosio (figlio della signora Marta), accompagnato dalla consorte Cecilia. Per la cronaca sportiva, il Torneo è stato vinto da una compagine inglese, il Corinthian-Casuals Football Club di Londra.

UDINESE - La famiglia Pozzo ha concesso al Pordenone, che il prossimo anno giocherà la sua prima storica stagione in Serie B, l'impianto della "Dacia Arena" per le gare casalinghe. Ecco il ringraziamento del patron dei Ramarri Mauro Lovisa:

"Ringraziamo di cuore la famiglia Pozzo e tutta l’Udinese per la disponibilità assicurata sin dal primo contatto. In attesa della costruzione della nostra nuova casa sarà un onore giocare come ospiti, e non come meri affittuari, in uno degli stadi più belli d’Europa. Un gioiello di comfort, a misura di tifoso. Siamo consapevoli che i nostri sostenitori dovranno fare qualche sacrificio, ma la fede neroverde e questa prima incredibile serie B – da vivere intensamente – saranno più forti della distanza. Come società verremo loro incontro proponendo servizi ad hoc. La continuità tecnica con mister Tesser, le conferme dell’ossatura della squadra e la possibilità di giocare in uno stadio come la Dacia Arena sono i capisaldi per affrontare la B con idee chiare, un progetto forte e serio".