Ranieri sorride: imbarazzo della scelta a centrocampo

09.04.2019 20:30 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Ranieri sorride: imbarazzo della scelta a centrocampo

Per la sfida contro l’Udinese di sabato prossimo, uno dei grattacapi di Claudio Ranieri sarà sicuramente la difesa. Con Kolarov squalificato, Karsdorp e Santon infortunati e Florenzi non ancora al meglio, il tecnico testaccino rischia di non avere alcun terzino di ruolo a disposizione.

In attesa di studiare la soluzione adatta per il reparto difensivo, tuttavia, c’è un motivo per il quale il mister giallorosso può sorridere. Per la prima volta dal giorno del suo ritorno nella Capitale, infatti, Ranieri potrà lavorare praticamente con tutti i centrocampisti a disposizione, una vera rarità dati i 44 infortuni muscolari subiti dalla Roma da agosto a oggi.

Nel giorno del suo esordio-bis contro l’Empoli dell’11 marzo, a causa delle assenze forzate anche di De Rossi, Pellegrini e Pastore, Ranieri è stato costretto a convocare ben 5 Primavera, tra cui proprio i centrocampisti Riccardi e Pezzella, per ovviare all’emergenza.

Per la sfida successiva contro la SPAL, l’allenatore romano non recupera nessun giocatore nel reparto e, questa volta, arriva un ko per 2-1.

Durante l’ultima pausa per le nazionali, nonostante lo stop del campionato e l’importantissima sfida contro il Napoli al rientro, Claudio Ranieri riesce a recuperare (e far partire titolare) capitan De Rossi, dovendo rinunciare nelle ultime ore a Zaniolo per un virus (il numero 22 verrà poi gettato nella mischia non al meglio nella ripresa, ndr). Risultato finale: 1-4 per i partenopei.

Tre giorni dopo, per il turno infrasettimanale contro la Fiorentina, la Roma impatta 2-2 e Ranieri abbraccia per la prima volta Lorenzo Pellegrini, entrato in campo nella ripresa al posto di Kluivert. Al tempo stesso, però, De Rossi si accomoda precauzionalmente in panchina per evitare l’impegno ravvicinato. Una scelta rivelatasi vincente per la sfida contro la Sampdoria dove lo stesso capitano, rilanciato dal 1’, sigla il gol-vittoria nel finale.

Dopo l’ultimo tour de force stagionale, la Roma giocherà una sfida a settimana da qui sino al 26 maggio. Per una squadra costellata da tanti infortuni, questa non può che essere una buona notizia, che si aggiunge “all’abbondanza” del centrocampo con i vari Cristante, Nzonzi, De Rossi, Pellegrini, Zaniolo e Coric tutti al 100%. Invero, all’appello mancherebbe il Flaco Pastore, il cui ultimo spezzone di gara risale al derby del 2 marzo. L’argentino, però, sta gradualmente migliorando e per sabato potrebbe anche essere inserito tra i convocati.

Prossima partita: Roma-Udinese (sabato 13 aprile ore 18:00)
Probabile formazione (4-2-3-1): Mirante; Florenzi, Manolas, Fazio, Jesus; De Rossi, Cristante; Zaniolo, Pellegrini, El Shaarawy; Dzeko.
Ballottaggi: Jesus/Marcano, Ünder/Zaniolo, El Shaarawy/Kluivert, Dzeko/Schick.
Probabile formazione (3-4-1-2): Mirante; Manolas, Fazio, Jesus; Zaniolo, De Rossi, Cristante, El Shaarawy; Pellegrini; Schick, Dzeko.
Ballottaggi: Jesus/Marcano, El Shaarawy/Kluivert.
In dubbio: Pastore, Florenzi, Perotti.
Indisponibili: Karsdorp, Santon.
Diffidati: -
Squalificati: Kolarov.