Chievo-Roma - I duelli del match

08.02.2019 15:50 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Chievo-Roma - I duelli del match

Questa sera la Roma torna in campo in trasferta al Bentegodi contro il Chievo di Di Carlo.

Come di consueto, Vocegiallorossa.it vi propone i duelli che potrebbero decidere la sfida.

 

MARCANO-STEPINSKI - Con Manolas assente dell'ultim'ora e Jesus appena recuperato ma non in grado di giocare titolare, sarà il difensore spagnolo ad affiancare Federico Fazio. Una coppia di centrali che non fa della velocità il suo punto migliore, pertanto servirà sintonia nei movimenti per respingere gli attacchi clivensi. Marcano, inoltre, non ha ancora convinto nelle sue (poche) apparizioni con i giallorossi e al Bentegodi vuole scacciare i critici e aiutare Mirante (Olsen infortunato) a ottenere il clean sheet. Lo spagnolo dovrà vedersela con Stepinski, che alla Roma ha già fatto male all'andata segnando la rete-beffa del 2-2 finale e, come dichiarato dopo la sfida di Empoli di settimana scorsa, punta a ripetersi.

NZONZI-HETEMAJ - Scontata la squalifica, il centrocampista campione del Mondo tornerà a presidiare la sua zona di competenza. Al contrario delle sue ultime apparizioni accanto al solo Cristante, questa sera il francese dovrebbe agire tra quest'ultimo e Zaniolo in un inedito schieramento a 3 per il possibile ritorno al 4-3-3. Il numero 42 dovrà far valere il suo strapotere fisico su Perparim Hetemaj, pilastro del centrocampo clivense da 8 anni con la Roma che gli evoca dolci ricordi. Fu proprio contro i giallorossi, ai tempi di Brescia, il suo primo gol nella massima serie.

DZEKO-ROSSETTINI - 4 gol. È questo il misero bottino raccolto finora in campionato da Edin Dzeko. Tuttavia, i tifosi giallorossi possono ben sperare, dal momento che le realizzazioni del bosniaco sono avvenute tutte in trasferta (Torino, Empoli e Bergamo) e, almeno sulla carta, il Chievo ultimo non dovrebbe essere un avversario così insormontabile per un attaccante della sua levatura. Il bomber si scontrerà con la difesa a 3 dei clivensi, con l'esperto Rossettini che avrà il compito non solo di guidare i suoi giovani compagni di reparto Bani e Barba, ma anche quello di fermare il numero 9 capitolino.