La Gazzetta dello Sport, Stoppini: "Il vero colpo della Roma è stata la permanenza di Pjanic"

04.12.2014 16:14 di Marco Rossi Mercanti   vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com
La Gazzetta dello Sport, Stoppini: "Il vero colpo della Roma è stata la permanenza di Pjanic"
Vocegiallorossa.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

La redazione di tuttomercatoweb.com ha contattato il giornalista de La Gazzetta dello SportDavide Stoppini, in vista della sfida della Roma contro il Sassuolo e della gara di Champions in casa col City.

Come sta la Roma dopo la vittoria contro Inter?
"La Roma arriva bene alla gara con Sassuolo perché è reduce da una vittoria contro l'Inter che ha segnato una fase di passaggio. La squadra ha ritrovato il filo del gioco, la produzione offensiva imponente come nella scorsa stagione. Contro l'Inter si è trovata una risposta importante sul piano psicologico dopo una settimana piena di polemiche, mi riferisco al Cska. Pronti via la Roma è stata brava a vincerla mettendo l'Inter alle strette".

Il Sassuolo però vive un buon momento…
"Formazione rinfrancata nel morale e carica al punto giusto. Poi sulla carta è una delle giornate in cui la Roma può recuperare qualche punto alla Juve, però va verificato sul campo perché il Sassuolo viene da sette risultati utili consecutivi, è una squadra in ottima forma e ha tolto punti proprio alla Juve. Gli uomini di Di Francesco arrivano all'Olimpico con il morale alto e senza nulla da perdere perché la classifica permette spensieratezza".

Soffermiamoci su Pjanic e sull'importanza nel gioco di Garcia…
"È un giocatore fondamentale. Il colpo più importante del mercato della Roma è stata la sua conferma a maggio scorso, ha significato tantissimo. Pjanic meriterebbe le maggiori squadre europee, è stato più un colpo lui che i vari Iturbe e Manolas. Buon per la Roma che è riuscita a trattenerlo. La squadra ruota molto intorno a Pjanic, quando lui non gira non va nemmeno il resto. E la perfetta espressione in campo del Garcia-pensiero".

La Roma può farcela con il City?
"La gara non sarà facile, il City arriverà con qualche assenza importante, può essere un vantaggio per i giallorossi. Credo che la Roma lotti più contro il blasone del City e la sua storia che contro la reale forza dell'avversario. Con l'Olimpico pieno la squadra soffre l'ansia da prestazione e questo può un essere grande rischio. In campo invece ha tutte le possibilità di portare a casa il risultato. L' idea di giocare con un solo risultato a disposizione costringerà la Roma ad impostare la manovra. Non è la miglior posizione possibile però la Roma può farcela, ha il destino nelle proprie mani".