Immobile: "Lazio la mia vita, difficile prendere altre strade"

14.08.2020 04:00 di Alessandro Pau   Vedi letture
Fonte: ANSA
foto ANSA
foto ANSA

(ANSA) - ROMA, 13 AGO - "Quando ti trovi così bene con la città, i tifosi, la società, l'allenatore e i compagni poi diventa difficile prendere altre strade. Sono finiti quattro anni di lavoro, adesso con il rinnovo ne inizieranno altri quattro. Con la Champions ci saranno ancora nuove motivazioni. Dobbiamo fare bella figura. E ho più fame di prima". Lo ha detto Ciro Immobile, a margine della premiazione nella sua Torre Annunziata per la vittoria della classifica cannonieri di Serie A e della Scarpa d'Oro. "La Scarpa d'Oro è una grande soddisfazione, è il frutto dei miei sacrifici. Ho sfruttato il momento positivo mio e dei compagni di squadra. Leggere i nomi che l'hanno vinta prima di me, mi fa venire la pelle d'oca", ha osservato il bomber biancoceleste ha confermato l'imminente rinnovo e poi si è soffermato anche sul mercato, tra i cui nomi il più stuzzicante sembra essere quello di David Silva: "Ci sarà da divertirsi. A Luis Alberto, Milinkovic e Correa - aggiunge Immobile a Sky Sport - si aggiunge un altro campione dai piedi d'oro. Sicuramente non mi posso lamentare dei compagni che già ho, se ne arriva uno in più ben venga.La società con i nomi che circolano sta facendo grandi cose sul mercato, con questi obiettivi. La Lazio oggi ha raggiunto un livello tale per cui deve essere competitiva su più fronti e dobbiamo prenderci le responsabilità giuste. Quest'anno senza lockdown avremmo fatto un finale di campionato diverso e quindi questo ci deve dare la consapevolezza di poter stare lì tra le grandi". I 36 gol con cui ha vinto la classifica cannonieri sono anche frutto di una simbiosi con Simone Inzaghi: "Siamo cresciuti insieme - ha concluso - Abbiamo iniziato un percorso bellissimo che ci ha portato grandi risultati. Ora troviamo ancora più motivazioni: la Champions e il campionato appena concluso ci devono dare la carica giusta. Poi Inzaghi saprà bene come farlo". (ANSA).