VERSIONE MOBILE
TMW   
 Domenica 22 Gennaio 2017
22 Gen 2017 20:45
Serie A TIM 2016-2017
  VS  
Roma   Cagliari
[ Precedenti ]
SCACCO MATTO

Scacco Matto - Atalanta-Roma 3-3, poco equilibrio, tanti errori

18.04.2016 20:22 di Gabriele Chiocchio Twitter:   articolo letto 6061 volte
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
© foto di Federico Gaetano
Scacco Matto - Atalanta-Roma 3-3, poco equilibrio, tanti errori

Ancora un pari per la Roma, che si butta via a Bergamo e rimedia solo parzialmente: 3-3 e Inter che torna sotto, a -4 dai giallorossi.

LE SCELTE - Numerosi i cambiamenti apportati da Spalletti per questa partita, già a partire dalla linea difensiva, sulla cui destra si posiziona Antonio Rüdiger, con Ervin Zukanović a completare la coppia con Kostas Manōlas e Lucas Digne a destra. Alessandro Florenzi sale a centrocampo, dove rientra Radja Nainggolan ma non c’è Seydou Keita, con Daniele De Rossi confermato dopo la partita col Bologna. In avanti esce Stephan El Shaarawy e il tridente è composto da Mohamed Salah, Edin Džeko e Diego Perotti. Senza i suoi due playmaker Cigarini e de Roon, Reja si affida invece a centrocampo al giovane Freuler, a Migliaccio e a Kurtic, con due esterni molto veloci come D’Alessandro e Gomez ai fianchi dell’ex, Marco Borriello.

LA PARTITA - Aggressione e velocità sono le chiavi invocate da Reja in conferenza stampa, ma nella prima parte di gara la Roma riesce invece a gestire il pallone senza eccessive difficoltà. I giallorossi sono schierati con un 4-3-1-2, in cui Džeko e Salah sono accoppiati con Perotti alle loro spalle, Florenzi garantisce l’ampiezza che Rüdiger, di vocazione più difensiva, dà meno e dall’altra parte c’è Digne a sfruttare il suo lato, salendo fisiologicamente più del tedesco. La qualità, che Spalletti ricerca chiedendo anche a Zukanović e De Rossi di non restare bassi, ma di aggiungersi al blocco offensivo con cui la Roma gioca il pallone è l’arma che permette ai giallorossi di passare: Džeko, Perotti e Digne si ritrovano ammucchiati dopo un cambio di gioco e una combinazione manda il francese alla conclusione vincente. La squadra di Spalletti, poi, capitalizza anche più di quanto seminato con il 2-0 di Nainggolan che arriva in ripartenza ma qui inizia la partita dell’Atalanta, che sfrutta le debolezze strutturali di un assetto sbilanciato mandando a sua volta ad offendere più uomini possibile: proprio da uno sbilanciamento della Roma e da un errore su uno scambio nasce il 2-1 di D’Alessandro. La rete leva certezze ai giallorossi che retrocedono, e che nonostante i centimetri in campo soffrono il gioco aereo: l’Atalanta trova con facilità la sua arma principale, vale a dire gli esterni Gomez e D’Alessandro, perché da una parte Digne ha problemi fisici e dall’altra Florenzi non aiuta Rüdiger con continuità. Il 2-2 di Borriello - perso da Manōlas in marcature - arriva su calcio d’angolo, ma il tiro dalla bandierina si genera da una delle tante azioni condotte dall’Atalanta sui binari laterali

I CAMBI - Dal 33’ nella Roma c’è già Emerson Palmieri, entrato forse addirittura con ritardo viste le condizioni di Lucas Digne. Ma dopo soli 6 minuti l’Atalanta fa tris sfruttando ancora una volta il lato destro difensivo della Roma, dove Rüdiger è isolato e sfidato da Gomez, che mette dentro dove Borriello stavolta anticipa Zukanović e insacca. I giallorossi a questo punto devono rimontare e Spalletti inserisce El Shaarawy proprio per Zukanović, arretrando Florenzi, riposizionando al centro Rüdiger e passando a un 4-2-3-1 che spesso diventa 3-3-3-1, con De Rossi che si schiaccia tra i centrali e Florenzi e Digne che partono altissimi. Lo schieramento ovviamente non assicura equilibrio, ma non crea neanche particolari guai all’Atalanta, perché la Roma inizialmente smette di creare mostrando frenesia e concedendo pericolosissimi contropiede alla squadra di casa, vicina più volte a chiudere la gara. Col passare del tempo i giallorossi crescono un po’ e Reja abbassa il tiro, richiamando D’Alessandro e inserendo Raimondi: la risposta è l’ingresso di Francesco Totti, che prende il posto di De Rossi e affolla ulteriormente la zona offensiva, permettendo a Perotti di svariare più spesso ma costringendo Nainggolan a lottare da solo contro tutto il centrocampo dell’Atalanta. Il belga comincia malissimo questa sezione di partita, perdendo un pallone sanguinoso, ma poi i giallorossi con spingono con forza e su una giocata individuale proprio di Perotti riescono a pareggiare la partita grazie a Francesco Totti. Partita che non finisce in quel momento, perché l’Atalanta ha ancora possibilità in contropiede e Manōlas spende un fallo su Raimondi, che poteva significare l’espulsione, ma che di fatto salva la Roma dalla sconfitta.

LA CHIAVE - Con la partita in discesa, la Roma non ha saputo mettere le mani sul pallino del gioco: una formazione troppo sbilanciata, errori individuali - in difesa e anche in attacco, per informazioni chiedere a Edin Džeko - e l’assenza di uomini di qualità come Keita e Pjanić hanno permesso all’Atalanta di rimettersi in gara. Reja, come nella gara d’andata, riesce a sfondare sugli esterni e solo l’eccessiva pressione della Roma e la conclusione diTotti gli hanno impedito di portare a casa il bottino pieno.


Altre notizie - Scacco Matto
Altre notizie
 

LA SECONDA OCCASIONE

La seconda occasionePoco più di un anno fa, uno dei primi pensieri razionali concepibili dopo l’inconcepibile eliminazione in Coppa Italia con lo Spezia e il mancato accesso a un comodo quarto di finale contro l’Alessandria, era “e quando ricapita un’occasione cos&igra...
Roma-Sampdoria 4-0

ESCLUSIVA VG - VERGASSOLA: "ROMA IN SALUTE, SAMPDORIA POCO LUCIDA. SCUDETTO? LA JUVE HA PERSO COLPI, GIALLOROSSI PIÙ SQUADRA"

ESCLUSIVA VG - Vergassola: "Roma in salute, Sampdoria poco lucida. Scudetto? La Juve ha perso colpi, giallorossi più squadra"Simone Vergassola, ex calciatore della Sampdoria prossima avversaria della Roma in Tim Cup, è intervenuto ai microfoni...

SPALLETTI: "LA DIFESA BLINDATA? I GIOCATORI HANNO LAVORATO BENE". VIDEO!

Spalletti: "La difesa blindata? I giocatori hanno lavorato bene". VIDEO!Nel post partita della gara contro la Sampdoria, a Luciano Spalletti è stato chiesto quale sia stato il momento di...

TWITTER, RÜDIGER TESTIMONIAL PER LA CAMPAGNA DI SISAL MATCHPOINT CONTRO LE DIFFERENZE DI GENERE NEL CALCIO. VIDEO!

Twitter, Rüdiger testimonial per la campagna di Sisal Matchpoint contro le differenze di genere nel calcio. VIDEO!Antonio Rüdiger si è reso protagonista di un simpatico video realizzato da Sisal Matchpoint, e pubblicato su...

STADIO - IL COMUNICATO DEL COORDINAMENTO ASSOCIAZIONI LAZIO MOBILITÀ ALTERNATIVA

Stadio - Il comunicato del Coordinamento Associazioni Lazio Mobilità AlternativaIl sito salviamoilpaesaggio.roma.it ha pubblicato un lungo comunicato del Coordinamento Associazioni Lazio Mobilità...

UDINESE – ROMA 1993: 1-2, RIZZITELLI PROTAGONISTA ASSOLUTO DEL MATCH. IL SUCCESSO ESTERNO MANCAVA DA OTTO MESI

Udinese – Roma 1993: 1-2, Rizzitelli protagonista assoluto del match. Il successo esterno mancava da otto mesiLa Roma torna alla vittoria in trasferta dopo otto mesi. Un match combattuto tra i friulani ed i capitolini; un palo per...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 22 Gennaio 2017.
 
Juventus (-1) 45
 
Roma 44
 
Napoli (1) 44
 
Lazio 40
 
Milan 37
 
Inter 36
 
Atalanta 35
 
Fiorentina 33
 
Torino 30
 
Cagliari 26
 
Chievo Verona (1) 25
 
Udinese 25
 
Sampdoria 24
 
Genoa 23
 
Bologna (-1) 23
 
Sassuolo 21
 
Empoli 18
 
Palermo 10
 
Crotone (-1) 9
 
Pescara (-1) 9

   Editore: TC&C srl (web content publisher since 1994) Norme sulla privacy | Cookie policy   
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI