Alberto De Rossi: "Dispiace pareggiare per una disattenzione, dobbiamo migliorare dal punto di vista dell'attenzione"

 di Yuri Dell'Aquila  articolo letto 1035 volte
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com
Alberto De Rossi: "Dispiace pareggiare per una disattenzione, dobbiamo migliorare dal punto di vista dell'attenzione"

Le parole di Alberto De Rossi ai microfoni dei cronisti presenti dopo il derby pareggiato per 1-1 contro la Lazio:

Quanto dispiace pareggiare un derby in questo modo?
"Dispiace ricadere sugli stessi errori dell'andata. Abbiamo problemi sotto il profilo dell'attenzione, vogliamo comunque finire il campionato imbattuti però non facciamo drammi per il risultato. La partita la squadra l'aveva vinta, gli avversari erano in balìa nostra negli ultimi venti, poi è arrivato il gol".

Avete subito di più quando la Lazio è calata fisicamente.
"Certo, loro stavano perdendo, era un momento positivo per noi. Abbiamo preso lo stesso gol col Genoa, troppo molli nell'uscita del pallone. Più che tatticamente e tecnicamene abbiamo calato l'attenzione, poi però nelle fasi finali non ci si può permettere un errore del genere. I ragazzi devono crescere".

Come si gestisce un mese di sosta?
"Abbiamo già fatto il programma. Prima di tutto dobbiamo finire queste partite, i ragazzi vogliono arrivare fino in fondo, vorrebbero vincere tutte le partite. Cercheremo di rimanere imbattuti. Dopo il Gubbio ci saranno 4 giorni di riposo, poi dopo il primo di maggio faremo una sorta di recupero in vista delle finali".

La Roma punta allo Scudetto, la Lazio di oggi può competere?
"Noi sicuramente, il nostro campionato è sotto gli occhi di tutti. Anche la Lazio ha giocato benissimo, ha perso con le cessioni di Ceccarelli e Cavanda ma sembra che si siano compattati, recupereranno anche Crescenzi".

Ha detto qualcosa a Verre dopo l'occasione fallita?
"Rivedremo gli episodi in settimana, è l'atteggiamento che bisogna controllare. Non dobbiamo gestire la partita, dobbiamo sempre andare a fare gol. La colpa del pareggio non è del reparto difensivo ma dobbiamo necessariamente migliorare".

Il cambio di Romagnoli per Piscitella non può aver dato un brutto segnale alla squadra?
"Non mi sono sentito di mettere Matteo Ricci nuovamente in mediana e non ce la faccio proprio a lasciare fuori Romagnoli, che nelle prossime partite riproporrò in campo, sia da centrale di difesa che da centrocampista. E' un ragazzo di grandi prospettive, sa impostare, sa fare tutto. C'è un programma da rispettare, arriverà anche il tempo di Romagnoli, oggi dovevano giocare Barba e Orchi".

Un messaggio positivo per lo scandalo scommesse che ha travolto il calcio?
"Abbiamo parlato con Tommasi di questa situazione. Sono situazioni che andranno valutate bene, noi dobbiamo solo pensare a giocare, senza scommettere".