ESCLUSIVA VG - Gautieri: "Montella il più adatto per il dopo Spalletti. Totti? O gioca o smetta"

 di Luca d'Alessandro Twitter:   articolo letto 6680 volte
Fonte: Intervista a cura di Alessandro Carducci e Danilo Magnani
© foto di Federico Gaetano
ESCLUSIVA VG - Gautieri: "Montella il più adatto per il dopo Spalletti. Totti? O gioca o smetta"

Carmine Gautieri ex di Roma e Atalanta è stato intervistato dai microfoni di VG Radio sulla prossima sfida tra le sue due passate squadre e sul futuro dei giallorossi:

 

Roma-Atalanta?
"Sicuramente penso che siano due squadre che giocano un ottimo calcio. L'Atalanta è la rivelazione del campionato. Gasperini e i tanti italiani dell'Atalanta sono un esempio". 

Rimonta scudetto?
"Per quanto riguarda lo scudetto, avere una squadra davanti come la Juventus è difficile. È un campionato ancora aperto, ma la Juventus può perdere una partita, difficile ne perda due". 

Mancato mercato di gennaio problema ?
"La Roma ha un organico forte. Prendere giocatori e metterli in un contesto come quello della Roma è complicato. La rosa è completa. È stato giusto non aver fatto mercato. Il problema è avere una squadra come la Juventus davanti". 

Dove rinforzare la rosa?
"La Roma deve prendere un giocatore per reparto il prossimo hanno. La Roma è un mix tra giovani e calciatori esperti come De Rossi che ha dimostrato di saper fare ancora la differenza. Servono giocatori importanti e non è detto che debbano essere giocatori stranieri". 

Futuro allenatore: Mancini, Montella o Gasperini?
"Sono tre allenatori importanti. Mancini, Montella ha già lavorato a Roma e Gasperini oggi è l'allenatore che sta facendo la differenza. Se la Roma dovesse scegliere uno dei tre farebbe una grande scelta". 

Quale il più adatto per le caratteristiche della squadra?
"Se la Roma, dovesse muovere poco il mercato, Montella sarebbe l'allenatore giusto". 

Monchi?
"Penso che se la Roma abbia fatto una scelta del genere, l'ha fatto per un direttore dalla grande affidabilità. Il direttore poi porterà un allenatore che per lui possa fare bene. Il curriculum di Monchi parla da solo"

Spalletti?
"Chi gioca a Roma, allena la Roma è un privilegiato. Se dovesse andare via da Roma sarebbe una grande perdita da tutte e due le parti". 

Totti?
"Deve decidere lui quando smettere. Non è bello vederlo seduto sempre in panchina. Oltre al discorso fisico, deve capire che se uno decide di continuare a giocare, deve giocare. Non può fare 5-6 partite in una stagione. Se dovesse capitare una cosa del genere, dovrebbe smettere. Ma lui può ancora fare la differenza". 

De Rossi?
"Stiamo parlando di un giocatore importante. È un simbolo della Roma e per la Roma ha dato sempre tanto. Oltre al discorso contrattuale è un giocatore che ha sempre dato il massimo e dalle dichiarazioni si sente che ami questa maglia e questa città".