tmw
 Sabato 26 Luglio 2014
EDITORIALE
VI PIACE LA SECONDA MAGLIA?
  
  
  
  

Daily Network
© 2014
EDITORIALE

UN CROLLO INACCETTABILE

22.04.2012 22:46 di Alessandro Carducci  articolo letto 2795 volte
© foto di Alberto Fornasari

E' difficilissimo parlare dell'ennesimo crollo della Roma. Ancora una volta, come se nel frattempo niente fosse accaduto, i giallorossi perdono la gara che doveva rilanciare le ambizioni europee. A volte è stata sfortuna, a volte si è parlato di atteggiamento sbagliato da parte dei giocatori (Lecce, per esempio). La partita di Torino, invece, l'ha persa proprio Luis Enrique, interamente. Sono i giocatori a scendere in campo, è vero, ma contro l'organizzatissima squadra di Conte la Roma si è presentata con un ibrido che ha avuto l'effetto di bloccare i giocatori giallorossi. Una sorta di 4-2-3-1 (mai utilizzato fino ad ora), con tre giocatori fuori ruolo: Pjanic, sul centrosinistra, Marquinho, arretrato quasi fino alla linea difensiva, e De Rossi, rischierato centrale. Luis Enrique ha riproposto Perrotta dal primo minuto, posizionandolo su Pirlo, sperando di arginare la manovra dell'ex milanista. Pjanic si è così trovato leggermente defilato sulla sinitra, con Borini sulla fascia destra e Osvaldo unica punta. I due centrocampisti davanti alla difesa, Gago e Marquinho, sono così stati accerchiati dalla Juventus. I bianconeri, ogni volta che hanno tentato un'avanzata, hanno sempre trovato ampie praterie. In mezzo al campo si è formata un'enorme voragine, con la squadra quasi spaccata in due: da una parte i 4 difensori più Marquinho e Gago, dall'altra il resto della squadra. Proprio il brasiliano, nelle ultime giornate, si era distinto per il grande dinamismo e soprattutto l'ottima capacità di inserirsi in area, cosa che contro la Juve non ha mai avuto modo di fare, dovendo giocare molto più dietro. L'ex Fluminense sarebbe stato l'ideale per contrastare Pirlo, che invece ha avuto campo libero per tutta la gara. Certamente l'assurda espulsione di Stekelenburg ha dato la mazzata decisiva ma non è un caso che quasi tutto il centrocampo bianconero sia andato in gol. Ci sarà da riflettere nei prossimi giorni, da riflettere tantissimo.


Altre notizie - Editoriale
Altre notizie
 

SABATINI NON SI FERMA PIÙ

C'era una volta un direttore sportivo insultato e denigrato da quasi tutti i tifosi. Maggio 2013: erano i postumi della sconfitta nella finale di Coppa Italia contro la Lazio e l'aria, a Roma, era pesantissima. Prima le dimissioni del direttore generale, Fr...
Festeggiamenti a Berlino per i Mondiali

ESCLUSIVA VG - AG. DODÒ: "RIMARRÀ SEMPRE LEGATO A QUESTI COLORI"

“È una scelta fatta in simbiosi con la Roma, ci tengo a premetterlo”. L'agente di Dodò, Roberto...

IL MERCATO DELLA ROMA: ALLA SCOPERTA DI... DEANDRE YEDLIN

A DeAndre Yedlin è bastata meno di una partita per stregare tutti quelli che hanno assistito a Belgio-Stati Uniti,...

REPUBBLICA.IT - ATLETICO MADRID DISPOSTO AD OFFIRE 14 MILIONI DI EURO PER LJAJIC

Nonostante le rassicurazioni di Garcia, il serbo Ljajic è uno dei nomi "caldi" che potrebbe lasciare la...

ASTORI SOFFIATO ALLA LAZIO, IL WEB SI SCATENA

Keita, Uçan, Ashley Cole, Emanuelson, Iturbe (soffiato all'ultimo alla Juve) e in utimo Astori, bruciando la...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 26 Luglio 2014.
 
Juventus 102
 
Roma 85
 
Napoli 78
 
Fiorentina 65
 
Inter 60
 
Parma 58
 
Torino 57
 
Milan 57
 
Lazio 56
 
Hellas Verona 54
 
Atalanta 50
 
Sampdoria 45
 
Genoa 44
 
Udinese 44
 
Cagliari 39
 
Chievo Verona 36
 
Sassuolo 34
 
Catania 32
 
Bologna 29
 
Livorno 25

   Editore: TC&C srl (web content publisher since 1994) Norme sulla privacy