VERSIONE MOBILE
TMW
 Sabato 4 Luglio 2015
EDITORIALE
EDITORIALE

Senza storia e senza spiegazioni

Nato a Roma il 7 febbraio 1973, nel 2000 inizia a collaborare con Eurosport. Nel 2003 contribuisce alla nascita di Sportitalia di cui diventa dal 2006 responsabile della redazione romana e inviato per la Nazionale di calcio
24.04.2012 00:00 di Marco Terrenato  articolo letto 1552 volte
Vocegiallorossa.it
Vocegiallorossa.it

Senza storia e senza spiegazioni. La Roma si scioglie allo Juventus Stadium nel modo peggiore. La partita dura lo spazio di 8 minuti, i giallorossi quasi non scendono in campo, travolti dalla fame scudetto della squadra di Conte che segna subito due gol con Vidal e chiude la sfida più attesa e più deludente della giornata.

Eppure per i romanisti l’occasione era stimolante, dopo i risultati delle avversarie dirette. Luis Enrique però ci mette molto di suo, con scelte difficili da motivare se non quella, solo in parte, di un Totti risparmiato in vista del doppio confronto casalingo in appena tre giorni con Fiorentina e Napoli.

Il tecnico asturiano smentisce se stesso mettendo in campo per la prima volta una formazione lontanissima dal suo credo calcistico offensivo, una sorta di 4-2-3-1, con De Rossi in difesa, Marquinho mediano al fianco di Gago, Perrotta interno, Pjanic trequartista e Osvaldo in pratica unica punta con Borini esterno più arretrato.

Il risultato è sotto gli occhi di tutti, così come la scarsa personalità della squadra che subisce, senza reagire, un’altra batosta in questo 2012. Ancora 4 gol al passivo, come con Cagliari, Atalanta e Lecce, la sesta sconfitta nelle ultime sette trasferte, 13° ko di un campionato mediocre, che incredibilmente lascia ancora aperta la strada per il terzo posto e la Champions League, distante 5 lunghezze.

Ma la metamorfosi tra le gare giocate all’Olimpico e quelle lontano dalla capitale è a dir poco clamorosa. Difficile da spiegare dal tecnico e dalla società che, nonostante tutto, questa volta per voce di Sabatini prosegue nella strenua difesa di un progetto le cui lacune sono fin troppo evidenti.

E al danno si aggiunge la beffa, con la seconda espulsione di Stekelenburg, nono cartellino rosso stagionale per la squadra, l’ammonizione a Bojan che gli costerà la squalifica nel recupero di mercoledì, il gesto da censura di Lamela, che lo terrà 3 giornate.

Per i processi c’è ancora tempo, l’ambiente è surriscaldato, di sicuro nei prossimi impegni, a cominciare dalla gara con la Fiorentina, la Roma è chiamata a dare l’ennesimo segnale di risveglio.


Altre notizie - Editoriale
Altre notizie
 

IL TERZO VIAGGIO DEL COMANDANTE GARCIA

Il terzo viaggio del comandante GarciaIl calciomercato è una magia, è capace da solo di alterare umori e prospettive in continuazione e più volte al giorno, fa costruire mondi paralleli fantastici (in positivo o in negativo) e, spesso, fa perdere contatto con la realtà circostante, che nel...
Arrivo di Andrea Bertolacci a Milano

ESCLUSIVA VG - GIARETTA: "NESSUN CONTATTO CON LA ROMA PER HEURTAUX E WIDMER"

ESCLUSIVA VG - Giaretta: "Nessun contatto con la Roma per Heurtaux e Widmer"La redazione di Vocegiallorossa.it ha contattato il Direttore Sportivo dell'Udinese Cristiano Giaretta per fare chiarezza...

APPLAUSI DELL'OLIMPICO PER FEDERICO BALZARETTI, QUALCHE FISCHIO PER GARCIA. VIDEO!

Applausi dell'Olimpico per Federico Balzaretti, qualche fischio per Garcia. VIDEO!Annunciato nella formazione titolare dallo speaker Matteo Vespasiani, Federico Balzaretti ha ricevuto un grande applauso da...

LA ROMA SU BRUNO PERES E DARMIAN

La Roma su Bruno Peres e DarmianSecondo quanto riferito da Tuttosport.com, il direttore sportivo della Roma Walter Sabatini ha incontrato il presidente del...

STADIO, INCONTRO MARINO-DELRIO. IL SINDACO: "DOPO LA POSA DELLA PRIMA PIETRA, IN 22 MESI SI GIOCHERÀ LA PRIMA PARTITA"

Stadio, incontro Marino-Delrio. Il sindaco: "Dopo la posa della prima pietra, in 22 mesi si giocherà la prima partita"Si sta svolgendo in questi minuti un incontro a porte chiuse tra il sindaco di Roma Ignazio Marino e...

ROMA – PALERMO 2010: 4-1, DOPPIETTA DI BRIGHI, A SEGNO ANCHE BAPTISTA E RIISE. LA ROMA INSEGUE L'INTER CAPOLISTA

Roma – Palermo 2010: 4-1, doppietta di Brighi, a segno anche Baptista e Riise. La Roma insegue l'Inter capolistaNon molla la Roma di Claudio Ranieri. Sesta vittoria consecutiva per i giallorossi che si candidano sempre più come...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 4 Luglio 2015.
 
Juventus 87
 
Roma 70
 
Lazio 69
 
Fiorentina 64
 
Napoli 63
 
Genoa 59
 
Sampdoria 56
 
Inter 55
 
Torino 54
 
Milan 52
 
Palermo 49
 
Sassuolo 49
 
Hellas Verona 46
 
Chievo Verona 43
 
Empoli 42
 
Udinese 41
 
Atalanta 37
 
Cagliari 34
 
Cesena 24
 
Parma 19*
Penalizzazioni
 
Parma -7

   Editore: TC&C srl (web content publisher since 1994) Norme sulla privacy | Cookie policy   
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI